Farmaci innovativi per l’immunoterapia del carcinoma della prostata.

Data inizio
30 giugno 2002
Durata (mesi) 
29
Responsabili (o referenti locali)
Colombatti Marco
Parole chiave
Tumori, prostata, anticorpi monoclonali, anticorpi ricombinanti, ingegneria prot

Il tumore della prostata è uno dei tumori più frequenti in Europa e negli Stati Uniti dove è in costante aumento.
Nel Veneto il carcinoma della prostata è secondo per incidenza (13%), con 1735 nuovi casi/anno e 455 decessi/anno (anni `95-’96, dati dal Registro Tumori della Regione Veneto) e in progressivo aumento (50 casi/100,000 individui nel 1992, 85 casi/100,000 individui nel 1996).
La presente ricerca intende affrontare indagini integrate tese alla creazione di farmaci biotecnologici anti-tumore della prostata ed alla valutazione del loro meccanismo d’azione e potenzialità terapeutica. Verranno inizialmente prodotti anticorpi monoclonali murini contro antigeni del carcinoma prostatico (es. PSMA e PSCA) al fine di:
1) valutare la presenza di tali antigeni nei tessuti umani e la selettività di distribuzione nel tessuto prostatico normale e patologico;
2) sintetizzare eteroconiugati anticorpo-tossina (Immunotossine) di cui valutare in vitro e nell'animale la potenzialità antitumorale;
3) ottimizzare geneticamente l'attività citotossica di tali Immunotossine, mantenendo inalterata la selettività assicurata dalla componente anticorpale deputata al riconoscimento antigene-specifico.
Sofisticate tecniche analitiche consentiranno gli studi relativi all’interazione tossine-Immunotossine/cellule bersaglio, con particolare riguardo all' interazione con membrane biologiche, alla distribuzione intracellulare ed al meccanismo d’intossicazione cellulare. In previsione dell'utilizzo diagnostico o terapeutico nell’uomo di tali farmaci, la porzione anticorpale murina verrà interamente o parzialmente sostituita da sequenze umane.
In parallelo agli studi di immunoterapia passiva verranno valutate strategie di immunizzazione attiva antitumorale "in vitro" e nel modello di topo transgenico (TRAMP) che sviluppa una malattia tumorale simile a quella dell’uomo.
I risultati delle ricerche condotte verranno integrati per l’elaborazione di protocolli terapeutici applicabili all’uomo.

Enti finanziatori:

Fondazione Cassa di Risparmio di Verona Vicenza Belluno e Ancona
Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Cristina Anselmi
Tecnico-Amministrativo
Valeria Antonini
Giuseppe Bellisola
Deborah Castelletti
Marco Colombatti
Fabrizio Comper
Giulio Fracasso
Tecnico-Amministrativo
Ornella Poffe
Tecnico-Amministrativo
Silvia Sartoris
Ricercatore
Maria Grazia Testi
Giuseppe Tridente

Collaboratori esterni

Vincenzo Bronte
Azienda Ospedaliera di Padova Scienze Oncologiche e Chirurgiche Dirigente Medico I livello
Gianfranco Menestrina
CNR - Povo (TN) Centro di Fisica degli Stati Aggregati Ricercatore CNR
Francesco Pagano
Università di Padova Scienze Oncologiche e Chirurgiche - Sezione di Urologia Professore Ordinario
Giuseppe Bellisola
Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona Patologia Dirigente medico I livello
Elena Chiesa
Azienda Ospedaliera di Verona Patologia Tecnico di Laboratorio
Antonio Vella
Azienda Ospedaliera di Verona Patologia Dirigente Biologo I livello
Dunia Ramarli
Azienda Ospedaliera di Verona Patologia Dirigente Medico I livello
Pubblicazioni
Titolo Autori Anno
A dominant linear B-cell epitope of ricin A-chain is the target of a neutralizing antibody response in Hodgkin's lymphoma patients treated with an anti-CD25 immunotoxin. D. Castelletti, G. Fracasso, S. Righetti, G. Tridente, R. Schnell, A. Engert, M. Colombatti. 2004
Fluorescent Assay to Demonstrate the Interaction of Thioredoxin Reductase and Protein Disulfide Isomerase. Tomazzolli R.; Guella G.; Bellisola G.; Colombatti M.; Menestrina G. 2004
Immunotoxins and other conjugates: preparation and general characteristics. G. Fracasso; G. Bellisola; D. Castelletti; G. Tridente; M. Colombatti 2004
Reductive activation of ricin and ricin A-chain immunotoxins by protein disulfide isomerase and thioredoxin reductase. G. Bellisola; G. Fracasso; R. Ippoliti; G. Menestrina; A. Rosén; S. Soldà; S. Udali; R. Tomazzolli; G. Tridente; M. Colombatti 2004
Characterization of redox systems in RIPs-II dependent cell intoxication mechanisms G. Bellisola, G. Fracasso, D. Castelletti, M. Colombatti 2003
Elemental mapping of multicellular tumor spheroids by synchrotron radiation microprobe G. Cinque, E. Burattini, F. Monti, G. Bellisola, G. Fracasso, M. Colombatti 2003
Inhibition of cancer cell growth by anti-PSMA immunotoxins in LNCaP spheroids S. Cingarlini, G. Fracasso, G. Bellisola, E. Chiesa, T. Prayer-Galetti, F. Pagano, M. Colombatti. 2003
Anti PSMA immunotoxins activity against prostate cancer cell lines. T. Prayer-Galetti; F. Pagano; G. Fracasso; S. Cingarlini; G. Bellisola; S. Righetti; E. Chiesa; M. Colombatti. 2002
Synchrotron Radiation micro X-ray Fluorescence on Multicellular Tumor Spheroids E. Burattini, G. Cinque, G. Bellisola, G. Fracasso, F. Monti and M. Colombatti. 2002
The anti-Prostate Specific Membrane Antigen immunotoxin J591-RTA shows an efficient cytoreductive effect on LNCaP spheroids. G. Fracasso, G. Bellisola, S. Cingarlini, E. Chiesa, T. Prayer-Galetti, F. Pagano, M. Colombatti. 2002

Attività

Strutture