Identificazione di marcatori precoci predittivi del rischio di cancerogenesi in pazienti infettate da HR-HPV

Data inizio
1 gennaio 2019
Durata (mesi) 
25
Responsabili (o referenti locali)
Armato Ubaldo , Chiarini Anna Maria , Dal Prà Ilaria Pierpaola

Ricerca nell'ambito della Citopatologia del carcinoma cervicale.
Numerosi papillomavirus umani ad alto rischio oncogenico (HR-HPV) promuovono lo sviluppo del carcinoma cervicale, il quarto tumore femminile più comune. Una fase di sviluppo oncologico lento, definita istopatologicamente come Neoplasia Intraepiteliale Cervicale (CIN), di grado 1-3, o citologicamente come Lesioni Intraepiteliali Squamose di Basso o Alto grado (LSIL o HSIL) precede la neoplasia maligna. Nei Paesi Occidentali sono regolarmente eseguiti degli screening del carcinoma cervicale mediante genotipizzazione HR-HPV e Pap test. Uno screening citologico non corretto o una genotipizzazione inadeguata o il mancato rispetto dei follow-up da parte dei pazienti possono far sfuggire alcuni casi di oncoprogressione. Nuovi test impieganti biomarcatori precoci che si accompagnino alla genotipizzazione degli HR-HPV coinvolti e all’esame citologico dello striscio vaginale potrebbero identificare precocemente ed in modo oggettivo il rischio di progressione della neoplasia intraepiteliale e i pazienti ad alto rischio di progressione della cancerogenesi.

Partecipanti al progetto

Ubaldo Armato
Incaricato alla ricerca
Anna Maria Chiarini
Ricercatore
Aree di ricerca coinvolte dal progetto
Cancer Cell Biology

Attività

Strutture